can't buy me love

formato: Singolo 45 giri
R 5114: 20.03.1964
posizione più alta in classifica (UK): #1 per 3 settimane
settimane in classifica: 14

Lato A
  1. Can't Buy Me Love 02:14
    (Lennon/McCartney)
Lato B
  1. You Can't Do That 02:39
    (Lennon/McCartney)

Review

Tutti e quattro i brani dei due singoli (Can't Buy Me Love e A Hard Day's Night) che seguirono il trionfo transoceanico di I Want To Hold Your Hand, furono inclusi nel successivo album della band, A Hard Day's Night.

Questa soluzione, che in seguito i Beatles non utilizzeranno mai più (d'ora in poi almeno il lato B dei 45 giri prevederà sempre canzoni non incluse negli LP, con la sola, parziale eccezione di Something/Come Together, nel qual caso però il singolo uscì dopo l'album), ha comunque un precedente con i primi due singoli del gruppo: Love Me Do e Please Please Me, con di nuovo il secondo dei due scelto anche come title track dell'album successivo.

La vera novità introdotta con Can't Buy Me Love consiste piuttosto nell'essere il primo singolo dei Beatles ad essere interamente interpretato da un solo cantante (McCartney), fatto che resterà decisamente isolato in questo periodo della carriera beatlesiana.

Considerate le circostanze del tutto casuali della registrazione, tale scelta non fu di certo premeditata, ma le conseguenze furono ugualmente significative per John Lennon, che a questo punto realizzò ciò che egli dovette iniziare a temere con All My Loving: Paul McCartney era in grado di scrivere canzoni buone quanto le sue, e di guadagnare la ribalta cantandole da solista.

Fino ad ora, l'unico numero uno della band scritto da un solo autore
era Please Please Me, di John, ma All My Loving avrebbe potuto pareggiare il conto, e Can't Buy Me Love l'avrebbe fatto molto presto.

A seguito di questa presa di coscienza, e non volendo cedere la leadership della band - che deteneva dal 1958, ai tempi dei Quarry men, primo embrione dei Beatles - Lennon iniziò a darsi da fare per difendere il suo ruolo, ingaggiando un'appassionante battaglia che lo vedrà emergere come compositore e interprete principale del lato A dei prossimi 4 (o 5, se si considera Day Tripper) singoli della band, nonchè autore di 10 brani su 13 in A Hard Day's Night, l'album più squilibrato dell'intera discografia per quanto riguarda il peso della contribuzione di John e Paul.

Se, come ipotizzò McDonald, You Can't Do That è rivolta a McCartney, è indicativo il fatto che essa sia anche la prima canzone pubblicata su disco in cui John suona la chitarra solista.

Finalmente risolte le questioni con la Capitol, che distribuiva negli USA i dischi della EMI, questo singolo fu il primo successo dei Beatles a verificarsi in contemporanea al di qua e al di là dell'Atlantico.

Commenti